Ultimo giorno qui

Oggi non non sento bene; da ieri sera ho brutti pensieri che ho dovuto calmare (In realtà non era quello lo scopo) con la pastiglia. Ho un altro dei miei giorni down pesanti che capitano una volta ogni tanto. Ormai sono che passano, che non saranno sostnti e che male male durerà un paio di giorni.

Qui in casa ci sono tensioni; frecciatine fra i genitori che hanno come base una vecchia questione mai risolta. Il mio ragazzo invece si è allontanato come sempre quando sto male. Si distacca emotivamente e mi ritrovo sola… riesco a sentirla questa solitudine perché, quando vado in bagnina piangere, mi sento sola come un cane.

Stasera ultima cena; la mia testa è partita per la tangente e mi fa rimettere quello che mangio .  Fino a ieri tutto bene, oggi un disastro. Come direbbe il mio psichiatra è una mia caratteristica; mantenere un equilibrio per me è molto difficile e, avendo scordato il mio farmaco per due giorni, inizio a sentire una scossa.

Da un lato sono contenta di ripartire. Basta cibarsi a forza, basta finta tolleranza e parenti che vanno e vengono. Da un lato mi mancherà questo paesino di campagna così simile ma anche diverso al mio di origine. Mi mancheranno le camminate per la campagna Che, in questa settimana, ha sostituito il mare che ormai mi annoia profondamente. 

Sento il bisogno di cambiare aria, di spostarmi e da un lato venire qui mi ha fatto bene . Preferisco scendere al sud piuttosto che tornare a nel mio paesello del nord in cui mi sento un’estranea. Mentalità chiusa, diffidenza e una buona dose si pregiudizi condiscono gli animi di quelle 5000 anime. Non tornerei mai a vivere al nord e mi dispiace molto dirlo… Ormai sono diversa e certi ragionamenti mi stanno molto stretti. Non ho quasi più nulla in comune con le mie più vecchie amiche di sù. Ci accomuna solo il passato ormai… questo mi rende triste. Mi rattrista anche che sia proprio io a non voler tornare sù anche a trovarle. Certi discorsi mi fanno sentire quella strana, la testa matta che prende e và senza troppi problemi. È triste non essere capiti ma dal canto mio nemmeno la sottoscritta riesce più a capirle. Sono stata così anche io in passato: la scarsa tolleranza verso il terrone , la poca propensione a cercare contatto con persone diverse, la forte chiusura mentale di cui andavo pure fiera. È vergognoso che alľ epoca non avessi ancora capito che il confronto e la conoscenza degli altri è uno dei modo migliori per la propria crescita personale.

Sta di fatto che forse, prima della grande partenza, tornerò sù solo una volta. Per i saluto di rito e per raccattare i miei quattro stracci.

Adesso sto qui ad aspettare che questa tremenda giornata finisca e non vedo che arrivi domani sera per poter abbracciare la mia bimba pelosa.

Esse

I miei peperoni stanno cuocendo

Annunci

4 pensieri su “Ultimo giorno qui

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...